tn-362 roda di vael ik5xwa - sotaitalia

Vai ai contenuti

tn-362 roda di vael ik5xwa

attività > 2013 > attivazioni
attivazione di ik5xwa

attivazione SOTA -tn-362 roda di vael

20 luglio 2013

Spedizione Radio sulla cima Roda di Vael, Dolomiti, SOTA Ref. I/TN-362
Radio: Yaesu FT-857, Antenna verticale canna da pesca, alimentazione con Batteria 17Ah e pannello solare da 10W.. Accordatore LDG YT-100 e TNC KPC-3 per il localizzatore APRS. Il tutto in una valigetta su zaino a spalla, peso globale circa 20 Kg, antenna esclusa.
Partenza dalla funivia Paolina alle ore 10.  Attivato il beacon APRS e mandato messaggio a Luca I5IHE e a Marco IZ5GME che la salita e' iniziata. Alle 10:50 siamo al monumento Christomannos (l'aquila gigante). .Dopo alcuni passaggi nella neve, alle 12 circa siamo al passo Vajolon, sentiero 549, a quota 2565, ed iniziamo la ferrata per raggiungere la cima Roda di Vael.
Salita dura ma fattibile, siamo in cima alle 13 e 10 e alle 13 e 24 faccio il primo collegamento con DL7NKD che risponde subito al mio CQ. L'accordatore LDG funziona alla grande, accorda sui 7030 la canna da pesca, e con rispetto parlando, anche la croce di ferro a cui mi sono attaccato e pure il parafulmine  che sta in cima. Restiamo sulla cima fino quasi alle 15, dopo 13 QSO con DL, HB9. e diversi I dalla zona 5. C'e' ancora un discreto pile-up di OK, ON , DL e G, probabilmente mi hanno spottato sul cluster, ma sono costretto ad interrompere causa freddo e batteria scarica per la mancanza di sole.
La discesa e' dura, e a un certo punto, alla Crepa di Sant'Uliana, diventa impossibile, troppo difficile e rischiosa per noi che non abbiamo esperienza alpinistica. Alle 15:46 decidiamo di tagliare lungo il canalone franato per ritrovare il sentiero 541. Praticamente ce lo facciamo tutto sul sedere. Alle 16:39 raggiungiamo il sentiero: meno di un'ora e mezza per arrivare alla funivia, che stacca alle 18.
Partiamo spediti nonostante la stanchezza e i dolori alle gambe, e ce la facciamo in meno di un'ora. Alle 18 siamo al parcheggio, stanchi e doloranti, ma e' stata una bellissima avventura!
73 a tutti, Francesco e Tanja
 
 
 
Torna ai contenuti