resoconto 2011 - sotaitalia

Vai ai contenuti

Menu principale:

resoconto 2011

attività > 2011
sotaitalia resoconto 31.12.2011

Come tutti i buon padri di famiglia anche “sotaitalia” fa un esame del trascorso anno 2011
Al 15 marzo 2011 quando ha avuto inizio la nostra attività sia nazionale che internazionale per quanto ottimisti potevamo essere non avremmo mai pensato ad uno strepitoso successo come è avvenuto.
Alcuni radioamatori italiani appena venuti a conoscenza della accettazione di “sotaitalia” quale referente per l’Italia nel sota internazionale hanno intrapreso, presso i gestori inglesi, una azione "fantasiosa" nei nostri confronti, gli inglesi non hanno creduto alle loro fantasie ed hanno continuato a riporre la loro fiducia nei nostri confronti
Questi soggetti vistasi la porta chiusa nel contesto internazionale sota hanno continuato e continuano la loro azione "fantasiosa" nei nostri confronti presso i radioamatori italiani
Alfine di evitare confusioni con altre liste di cime italiane si è deciso di partire con la numerazione dal 300 in su invece che dall’uno per referenziare le nostre cime con valenza mondiale
A giugno 2011 ero state referenziate poco più di 600 cime
Il primo attivatore italiano “sotaitalia” è stato i1abt che ha attivato cima bossola (pm-301) l’ 11.05.2011 in hf con 55 qso.
L’ultimo attivatore italiano “sotaitalia” per l’anno 2011 è i1ydt che il 31.12.2011 ha attivato monte galero (lg-316) in hf con 60 qso
Per le vhf abbiamo come primo attivatore “sotaitalia” iz2jnn il 26.06.2011 monte stivo (tn-308) 22 qso e come ultimo i1url il 13.11.2011 monte san bernardo (pm-414) con 6 qso
Il più assiduo attivatore italiano “sotaitalia” per l’anno 2011 è stato i1ydt con 15 attivazioni in hf, per la cronaca va detto che le 15 attivazioni sono state fatte in tre mesi dal primo di ottobre al 31 dicembre, praticamente quasi tutti i fine settimana; segue al secondo posto i1abt con 7 attivazioni sempre in hf, al terzo abbiamo i1url con 6 attivazioni in vhf a seguire gli altri per un totale complessivo di 60 attivazioni di cui 41 in hf e 19 vhf
Gli attivatori complessivi sono stati 22 (18 italiani e 4 stranieri)
Sono state attivate 11 regioni (pm – lg – mc – tn – va – lo – aa – bs - lz – ve – fv)
Nei dati riportati non si è tenuto conto degli attivatori che non hanno relazionato la loro attivazione a“sotaitalia” (un italiano) per quanto ne siamo a conoscenza
Quattro attivatori hanno conseguito il diploma capriolo 4 o più attivazioni (i1url e in3pee in vhf e i1abt e iz2vcf in hf) uno solo ha conseguito il diploma stambecco 12 o più attivazioni (i1ydt in hf)
Abbiamo collaborato con l’ARI sez. Magenta al “contest ferragosto – cime sota” ed hanno partecipato nella categoria “attivatori 5 S” sei stazioni sarebbero potute essere molte di più se il wx non fosse stato così inclemente (su tutto l’arco alpino dalla sera del 14.08.2011 fino a quasi mezzogiorno del 15.08.2011 ci sono stati violenti nubifragi con lampi e tuoni) comunque la partecipazione è stata uguale a quella dell’anno precedente (una in meno) con tempo favorevole
Ci sono stati radioamatori italiani che hanno fatto di tutto per boicottare il contest, li ringraziamo per il loro “ham spirit” hi hi hi
Hanno parlato di noi sia Radio Rivista che Radio Kit contemporaneamente nel numero luglio-agosto 2011
Essendo sensibili al disagio che i veri radioamatori italiani (non quelli sopra) hanno nel sapere che esistono in Italia due gruppi che fanno attivazioni dai monti il nostro manager nazionale iw1are di sua iniziativa ha contattato via e-mail in3rye, responsabile dell'altro gruppo, per programmare un incontro e trovare una soluzione ma purtroppo abbiamo trovato la porta chiusa.
E’ stato anche messo sul web un nostro sito dove si parla di noi, sembra sia stato gradito visto che da quando è stato attivato un contatore (maggio 2011) a fine anno 2011 ci sono stati più di 1.600 visitatori
Si è fatto anche in modo che non fosse statico sia la home page che il banner è stato più volte cambiato cercando di essere in sintonia con le stagioni climatiche
Un forte impegno è stato quello di mettere, sul nostro sito, le attivazioni fatte quasi in tempo reale, entro 24 ore dalla ricezione del materiale erono già sul web, questa tempestività è stata apprezzata sia dagli attivatori che dai curiosi
Qualcuno ha fatto notare che il nostro regolamento per l’Italia differisce sensibilmente da quello internazionale è vero, “sotaitalia” si è dato un regolamento proprio – riconosciuto dal sota internazionale – per le attività radioamatoriali sota in Italia da parte degli om italiani
Per le attivazioni valide per sota.uk prevale il regolamento internazionale su quello italiano
Forse nessuna altra nazione ha questo privilegio e poi dicono, i nostri "amici", che siamo sudditi degli inglesi
A tutti gli attivatori, indipendentemente da numero di cime attivate nel 2011, è stato mandato un diploma ricordo per la loro partecipazione all'attività “sotaitalia”
Quali sono i nostri programmi per il 2012 ?
Visto i risultati fin qui ottenuti continueremo come fatto nel 2011 incrementeremo il numero delle cime attivabili, a questo proposito vi possiamo anticipare che con l’inizio della bella stagione (dal 01.04.2012) le cime italiane referenziate “sotaitalia” saranno 1.500 si millecinquecento non è un errore, questo grazie alle vostre segnalazioni ma soprattutto all’impegno ed il lavoro svolto dal nostro Vittorio ik1rac che ringraziamo
Si ci sono regioni quasi assenti cercheremo di sanare questa lacuna, ma sta a voi sotari che conoscete le zone segnalarci le cime della vostra zona, abbiamo, anzi a ragion del vero diciamo ik1rac, ha solo due mani ma un po’ per volta ci arriverà.
Cercheremo di incrementare la sezione "hunter" che a dir la verità per il 2011 non è partita e riteniamo che questo sia dovuto al fatto che in Italia negli anni scorsi non esisteva
Precisiamo che la categoria "hunter o cacciatori" raccoglie tutti quei om che da casa loro collegano un attivatore da una cima referenziata “sotaitalia” mandandoci poi gli estremi del collegamento
Siamo a conoscenza che per gli attivatori in vhf è un pò difficile fare attivazioni in quanto, se non nei giorni di contest, le varie frequenze non praticamente silenti, vedremo di trovare un modo affinchè ci sia un pò più di presenza nelle vhf
Momentaneamente invitiamo tutti gli interessati a pubblicizzare l'attività “sotaitalia” sia come attivatori che come hunter che già potrebbe essere un inizio di maggior attività in vhf
Coloro che hanno in progetto una attivazione “sotaitalia” se ce lo comunicano verrà da noi diffusa la notizia sul nostro sito e nei modi che riterremo più idonei a far sapere agli om italiani della vostra attivazione
Sono in progetto altre iniziative quali incontri presso fiere radiantistiche, sezioni ARI eccetera che vi comunicheremo
Ogni vostro suggerimento è gradito, ricordiamo anche che la porta “sotaitalia” è sempre aperta a tutti anche a quelli che a settembre ci hanno chiuso la loro
Per il momento vi ringraziamo per la vostra partecipazione ed auguriamo una soddisfacente attività sota per l’anno 2012
Saluti e 73 da iw1are – carlo – manager nazionale sotaitalia

Torna ai contenuti | Torna al menu